Incidenti stradali Romea Sud: le proposte del consiglio territoriale

Due giovani vite spezzate, due morti drammatiche che hanno scosso le coscienze della gente di Ravenna: Alessio Lunardini e Gionatan Lasorsa erano ai primi passi di quel cammino chiamato vita e un tragico incidente, drammaticamente simile nella dinamica, li ha privati di un futuro, gettando le famiglie e gli amici in uno straziante dolore.

Di fronte a drammi simili, non si può restare insensibili ed occorre trovare la forza e la lucidità per trovare rimedi che evitino altre sciagure. Può il reato di omicidio stradale essere il giusto deterrente? Credo fermamente che il primo punto da cui partire, per non dover piangere più altri casi come questi, sia la prevenzione: la velocità in macchina e soprattutto il livello di attenzione è fortemente condizionato da una vita frenetica e dalle mille distrazioni, smartphone in primis, che troppo spesso portano chi è al volante a non guardare la strada.

  • Velox fissi: la certezza della pena è la miglior cosa possibile per limitare chiunque voglia compiere infrazioni. In zone delicate come le due dove si sono verificati gli ultimi incidenti, per limitare la velocità degli automobilisti, potrebbe aver senso installare velox fissi che costringano le auto a rispettare i limiti, visto anche che non è possibile utilizzare i dissuasori di velocità.
  • Pene più severe e certe: guidare con il telefono in mano è diventata ormai una triste consuetudine che non da la possibilità a chi è al volante di avere gli stessi riflessi e lo stesso livello di attenzione richieste, viaggiare a 80 km/h dove il limite è dei 50 non consente di essere pronti ad un eventuale imprevisto. La legge da questo punto di vista esiste e dev’essere applicata in maniera inderogabile: non ci devono essere più morti per distrazioni al volante o per eccesso di velocità.
  • Prevenzione: bisogna insegnare alle nuove generazioni il rispetto delle regole e che, chi sbaglia, è tenuto a pagare. Dobbiamo creare persone più consapevoli, che sappiano che guidare non è un gioco e che ogni minima distrazione può essere fatale. Persone che diano la giusta importanza alla velocità, partendo 5 minuti prima per arrivare puntuali e non sfrecciare ai 100 all’ora, che tengano gli occhi sulla strada e non sul display di un telefono cellulare.

Proprio a riguardo, la politica sta muovendo passi concreti per cercare di trovare soluzioni a questo problema; è stato infatti approvato all’unanimità dal consiglio territoriale, un documento contenente proposte per la risoluzione del problema viabilità in via Romea Sud. Al contempo, il consiglio ha ascoltato in maniera attenta il comitato cittadino che si è riproposto di presentare un proprio documento che diverrà oggetto di discussione.

Qui è possibile scaricare il documento originale discusso ed approvato in consiglio territoriale.

Riccardo Sabadini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *